Articoli

Riparte ad aprile la festa del Carciofo di Paestum IGP

Il Carciofo di Paestum IGP sarà protagonista della festa in suo onore prevista a Gromola di Capaccio-Paestum (la città sede dei templi, patrimonio UNESCO) dal 21 al 25 aprile e dal 28 Aprile al 1^ Maggio 2018.
Giunto alla decima edizione, questo evento ha contribuito negli anni all’aumento della produzione e degli estimatori di uno dei prodotti più rinomati dell’ortofrutticola campana.
Come ogni anno, sarà sempre il suggestivo borgo di Gromola ad ospitare la festa, nel quale saranno allestiti stand per la preparazione e vendita di piatti a base di Carciofo di Paestum IGP. Tra questi una menzione particolare, perché preparati in centinaia alla volta su spettacolari strutture di metallo a carboni, meritano i carciofi alla brace. Previsto inoltre un abbinamento gastronomico d’eccellenza tra il Carciofo di Paestum IGP e il Tartufo di Paestum.
Oltre all’aspetto culinario saranno aperti importanti momenti di riflessione sul tema dell’alimentazione e sull’apporto nutrizionale e organolettico del carciofo nella dieta mediterranea con convegni e workshop dedicati. Ci saranno appuntamenti musicali e di intrattenimento vario. Tra le tante le tante altre iniziative in programma ricordiamo un premio con borsa di studio per l’innovazione in cucina applicata al carciofo che sarà assegnata ad uno studente dell’Istituto Alberghiero di Gromola e che dalla prossima edizione diventerà un concorso nazionale. Da segnalare anche una iniziativa solidale a favore della Croce Rossa per l’acquisto di un defibrillatore.
L’organizzazione della manifestazione è curata dall’associazione culturale “Il Tempio di Hera Argiva” presieduta da Pasquale Palladino, coadiuvata dal Consorzio di Tutela del Carciofo di Paestum IGP e dalla O.P. Terra Orti.
La festa rientra nella campagna promozionale 2018 del Carciofo di Paestum IGP, che prevede la realizzazione numerose attività volte alla valorizzazione di questo prodotto, al fine di ottenete importanti risultati in termini di apprezzamento tra i consumatori.

L’ufficio stampa
0828/302142
ufficiostampa@carciofodipaestum.it

L’associazione culturale “Il tempio di Hera Argiva” dice no all’installazione della centrale a bio masse

L’associazione il tempio di Hera Argiva, quale ente organizzativo della festa del carciofo IGP di Paestum, nonché affidataria pro tempore del consorzio di tutela del carciofo di Paestum ,vuole dire NO con forza alla costruzione della centrale a biomasse.
Realizzarla nel nostro territorio arrecherebbe un danno per le nostre colture, e crediamo che il nostro carciofo denominato IGP venga declassificato in quanto potrebbe subire l’ influenza inquinante che tale centrale potrebbe causare.
Inoltre volevamo ricordare che un prodotto come il carciofo viene garantito da un consorzio di tutela il quale non avrebbe più ragione di esistere qualora questo carciofo perdesse la denominazione IGP.
L’associazione è impegnata da diversi anni ad aiutare questo prodotto ad avere un posto di rilievo sui mercati nazionali e internazionali, dunque la costruzione di tale centrale, causerebbe un danno economico al nostro territorio e alla nostra economia.
Infine invitiamo tutti gli enti preposti a dire no alla centrale a biomasse affinché vengano tutelati il nostro territorio e i nostri prodotti